FAQ

Esiste una carta fedeltà?

Certo! E non poteva che chiamarsi "miscusi family". Vi basta cliccare su questo link miscusi.cards/miscusi e compilare il form con i pochi dati richiesti per averla direttamente sul vostro cellulare. Presentatela in cassa ai nostri ragazzi per avere sempre il caffè offerto da noi - dopo il vostro piatto di pasta preferito ovviamente. In famiglia funziona così.

In caso di smarrimento ricompilate il form e verrà emesso un duplicato della vostra carta.

L’idea nasce per creare un posto che sia casa, dove stare in compagnia davanti a un piatto di pasta fresca e un bicchiere di vino: la massima espressione di convivialità di ogni italiano.

«mi scusi» è un’espressione tipica del nostro Paese, cordiale e molto ricorrente – soprattutto quando si è seduti al tavolo di un ristorante.

Sì, apriremo altri ristoranti in Italia e sogniamo di portare la nostra pasta anche all’estero.

In questo periodo abbiamo modificato un po’ il nostro servizio per garantirvi la massima sicurezza e un’esperienza rilassata. Per questo sia a pranzo che a cena il servizio è il classico al tavolo.

Sì. Per prenotare un tavolo è sufficiente un messaggio (anche vocale) o un colpo di telefono a Casa Miscusi al 338 6292876

Sì, accettiamo i ticket restaurant sia cartacei che digitali, durante i pranzi infrasettimanali.

Non accettiamo i ticket QUI Group.

Sì, sia a pranzo che a cena. È possibile pre-ordinare i nostri piatti di pasta con un messaggio (anche vocale) o un colpo di telefono a Casa Miscusi al 338 6292876 e poi passare a ritirarli direttamente da noi. Oppure utilizzare Glovo o Deliveroo per la consegna a domicilio.

La pasta è il nostro piatto principale. Non abbiamo solo pasta di semola ma anche integrale, di mais e riso, di farro e di lenticchie. Insomma, ce n’è per tutti i gusti. In più abbiamo bruschette, parmigiana, burrata e lasagne.

Sì, in ogni miscusi c’è un pastificio dove la pasta viene trafilata fresca quotidianamente. Fanno eccezione le trofie e le orecchiette che abbiamo scelto di far produrre a pastai specializzati direttamente nelle zone d’origine per mantenerne l’artigianalità.

Non ancora ma inizieremo presto.

Sì, tutte le nostre farine sono biologiche e italiane.

No, usiamo solo uova pastorizzate in tutti i piatti che prevedono uovo: per esempio per le tagliatelle e la lasagna (per rispettare la ricetta bolognese), per la sfoglia delle paste ripiene, per la carbonara e il tiramisù. In ogni ristorante è presente il libro unico con i singoli ingredienti e allergeni per ogni piatto.

Sicuramente non potete perdervi il nostro pacchero tricolore, le trofie genovesi, i pansotti con crema di noci e il grande classico, la carbonara. Se li avete già assaggiati tutti ricordate che ogni settimana abbiamo un nuovo piatto speciale.

Abbiamo creato noi tutte le ricette ma, per esigenze di spazio e per mantenere lo standard di qualità, le produciamo in una pasticceria di fiducia.

Il nostro pesto lo produciamo vicino Genova, nel Golfo Paradiso, una valle tra Sori, Recco e Camogli, utilizzando solo pinoli e il miglior basilico genovese D.O.P.

Sì, vengono prodotti freschi e messi in linea prima di ogni servizio.

I piatti che contengono frutta a guscio sono: i pansotti, la crema di noci, il pesto vegetariano, il pesto genovese e i nostri tre piatti consigliati.

Per ogni dubbio è comunque possibile consultare il Manuale degli Ingredienti & Allergeni presente in ogni ristorante.

Abbiamo una trafila di mais e riso, perfetta per chi vuole provare una pasta diversa e per chi è intollerante al glutine. Non possiamo servire piatti adatti a persone celiache perchè i nostri ristoranti non hanno pastifici e bollitori separati.

Sì. Tutte le nostre trafile sono vegane, a eccezione di tagliatelle e paste ripiene che contengono uovo. Si possono abbinare al nostro condimento di pomodoro italiano, aggiungendo granelle croccanti come pinoli, noci, mandorle, pistacchi e verdure spadellate. In più i fuori menù, nuovi ogni settimana, sono spesso pensati per essere vegani.