Blog

Cose belle da fare a Milano nel mese di Ottobre

Tags: milano, eventi, mostre, arte, musica

Prima di un piatto di pasta da miscusi, s’intende.

Ok, l’autunno è arrivato. La tentazione di rimanere sul divano è tanta, lo sappiamo. Però, forza e coraggio, Milano in questo periodo è in pieno fermento e noi non possiamo che consigliarvi qualcosa di bello da fare tra un pacchero e l’altro.

 

 

1. Impressioni d'Oriente - Alla scoperta del “Giapponismo”

MOSTRA - @MUDEC - dal 1 ottobre

Il MUDEC, ovvero il Museo delle Culture a cui siamo tanto affezionati, per l’autunno 2019 affronterà sotto diversi punti di vista gli scambi culturali che sono avvenuti tra Giappone ed Europa. La mostra “Impressioni d’Oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone”, ripercorre la profonda fascinazione che il Giappone ha esercitato sulla cultura occidentale e in particolare sugli Impressionisti, appunto. Forse dovremmo ricordarci che il Giappone non è solo la patria del sushi e del sashimi.

Attraverso più di 170 opere tra dipinti, stampe, oggetti d’arredo, sculture e oggetti di arte applicata, la mostra racconta la cultura giapponese e l’ammirazione che gli europei nutrivano verso di lei, così grande da far nascere una nuova parole, il “Giapponismo”. I paesi che più sono rimasti “vittime” del fascino del Giappone sono stati Italia e Francia e, se riuscirete a non perdervi questa mostra, capirete sicuramente il perché. 

 

2. Milano Film Festival - Quando uno schermo non basta

CINEMA -  @The Space Odeon Cinema -  dal 4 al 10 ottobre

In questi giorni il The Space Odeon Cinema sarà un continuo susseguirsi di film, eventi, incontri, laboratori, masterclass, animazioni e documentari. Voi cominciate a dare un'occhiata al programma. Vi consigliamo di prendere già qualche biglietto perché ci hanno detto stiano andando veramente a ruba. Amici avvisati, mezzi salvati.

All’interno del palinsesto sono previste anche delle interessanti conversazioni con varie attrici italiane. Valeria Solarino (7 ottobre alle 19), Laura Chiatti (8 ottobre alle 19), Giulia Michelini (9 ottobre alle 20) e Margherita Buy (10 ottobre alle 19). Tutte parleranno, in modo diverso, del rapporto tra corpo femminile e immagine. Il tema può sembrare complesso ma verrà affrontato in maniera semplice e diretta, come farebbero le amiche di sempre davanti a un tè delle 5 o, meglio, a un piatto di pasta rigorosamente accompagnato da un buon vinello, che aiuta sempre.

In più è prevista una sezione che gira l’obiettivo e guarda in faccia i volti della rivoluzione culturale post-internet: My Screen. Vi diciamo solo che ci sarà anche M¥SS KETA, diva pop-punk, rapper e performer dal volto velato che annuncerà in anteprima il suo prossimo progetto.

 

3. Paw Chew Go - Si legge paciugo

FESTIVAL - @BASE Milano -  12 e 13 ottobre

Paw Chew Go è il festival dell’illustrazione più grande di Milano e noi ogni anno ci facciamo un salto. Se non riuscite a pronunciarlo dovete sforzarvi di tornare un po’ bambini, a quando pasticciavate con le mani gli ingredienti più strani, unendoli tra loro in pappette indefinite, un paciugo insomma.

A parte questo ritorno all’infanzia, Paw Chew Go è un festival in cui si possono acquistare opere uniche, serigrafie, stampe, ma anche partecipare a workshop, assistere a conferenze e conoscere artisti giovani e super talentuosi. La sera ci saranno vari concerti e dj-set. Più di 40 fra illustratori, case editrici e progetti indipendenti vi stanno già aspettando per fare un bel paciugo!

 

4. La collezione Thannhauser - Direttamente dal Guggenheim di New York

MOSTRA - @Palazzo Reale – dal 17 ottobre

Ok, probabilmente molti di noi, se potessero, prenderebbero il primo volo per New York. Ma, per il momento, possiamo accontentarci di un viaggio a NYC pur rimanendo a Milano. La nostra città, dal 17 ottobre, accoglierà i più importanti capolavori della collezione Thannhauser del Guggenheim Museum. Dopo la prima tappa al Guggenheim di Bilbao e la seconda all’Hotel de Caumont di Aix-en-Provence, Palazzo Reale rappresenta la tappa conclusiva. Dopodiché queste splendide opere ritorneranno a New York, quindi si tratta di un’occasione veramente imperdibile. Più unica che rara.

Non vogliamo anticiparvi troppo ma la collezione è composta da circa cinquanta capolavori dei grandi maestri impressionisti, post-impressionisti e delle avanguardie dei primi del Novecento. Ci saranno Cézanne, Renoir, Degas, Gauguin, Manet, Monet, Van Gogh e Picasso. Dobbiamo aggiungere altro? Diciamo che si tratta di tanta bella gente.

 

5. TWIST AND SHOUT! - a 50’s and 60’s night

FESTA - @Fabrique – 25 ottobre

Se gonne larghe al polpaccio, pois, bandane, chiodi in pelle e brillantina vi fanno impazzire, non potete perdervi il Twist and Shout!, come sempre con look, balli e musica alla Grease.

Sei ore di totale immersione negli anni ’50 e ’60. In più, se non siete degli esperti di trucco e parrucco non temete, potrete farvi truccare e acconciare in pieno stile da dei professionisti. Sul palco si esibiranno vari ballerini ma, se vi sentite un po’ impacciati come noi, ci sarà addirittura un workshop gratuito di ballo anni 50’s. Noi non vediamo l’ora di saltellare. Ci vediamo lì.

 

6. A Leaf-Shaped Animal Drawa The Hand - Quando l’arte riflette sulla foresta pluviale

INSTALLAZIONE - @Pirelli HangarBicocca - per tutto il mese di ottobre

Ultimamente si è parlato tanto della foresta pluviale amazzonica, la più grande foresta tropicale del mondo, che è stata in gran parte divorata dalle fiamme. Parlare di ambiente e di sostenibilità è importantissimo e sapete quanto ci stia a cuore, ma è importante parlarne nel modo giusto. Il linguaggio deve essere semplice e diretto. A volte per esprimere qualcosa non servono tante parole, basta farle vedere. E questo lo ha capito bene l’artista Daniel Steegmann Mangrané. Nato a Barcellona nel 1977, attualmente vive e lavora a Rio de Janeiro. La sua passione per la biologia lo ha portato a indagare complessi sistemi ecologici e a introdurre il mondo naturale all’interno delle sue opere.

Numerosi sono i riferimenti alla foresta pluviale in Brasile. Per esempio "A Leaf-Shaped Animal Draws The Hand" vi permetterà di visitare virtualmente angoli di vera foresta pluviale e interi scorci senza uscire dal Pirelli HangarBicocca, fino al 12 gennaio 2020. Il punto di forza di questa installazione? L’utilizzo della realtà aumentata degli ologrammi. Noi siamo super curiosi. Ma ora vi vogliamo svelare una piccola curiosità su questo artista: l’insetto stecco, sì avete capito bene, è il suo motivo ricorrente. Occhi aperti per trovarlo nelle sue opere.

 

7. Festa in casa miscusi - Inaugurazione miscusi Pavia

Festa - @miscusi Pavia – 3 ottobre

Non sarà Milano ma quasi dai, Pavia è a un tiro di schioppo.
Dopo due anni e mezzo, cinque ristoranti a Milano, uno a Torino e uno a Bergamo, la sera del 3 ottobre festeggiamo anche l’arrivo a Pavia e noi non potremmo essere più felici di così, emozionati come quando si organizza una festa a sorpresa per la propria persona preferita.
Vogliamo che tutto sia grandioso per voi, quindi abbiamo schierato le nostre forze speciali (e anche qualcuna in più).

  • Alla consolle (perché sì, ci sarà anche da cantare e ballare): i Boys Boys Toys ovvero Leo Pari e Marco “Rissa” Musella dei The Giornalisti.
  • Ai taglieri: le nostre mamme pastaie.
  • Al bancone e ai fornelli: la miscusi family prontissima ad accogliervi con Spritz, vino della casa e bruschette.
  • A mezzanotte, poi, schieriamo anche la nostra carbonara.

Se fate un salto siamo felicissimi.

Aggiornateci sui vostri spostamenti di ottobre che ci teniamo.
Ci vediamo in giro, o a tavola.

 

La miscusi family