Blog

Cose belle da fare a Firenze in un giorno

Tags: eventi, mostre, negozi, Firenze

Compresa tappa pasta da miscusi

Dopo l'estate, finalmente, i nostri piatti di pasta fresca arriveranno anche a Firenze, in Piazza del Carmine. E noi non vediamo l’ora! Firenze è famosa in tutto il mondo per la sua bellezza e la sua magia e attira ogni anno ondate di turisti per vedere gli Uffizi (il Museo più visitato d’Italia), la Cupola del Brunelleschi e passeggiare lungo le rive dell’Arno. Ma Firenze non è solo questo e noi ci siamo innamorati proprio dei suoi lati più nascosti e tradizionali.

Così anche questa volta, come abbiamo fatto prima di arrivare a Torino, ci siamo presi un’intera giornata per fare un giro in città e per raccontarvi un po’ di posti belli da vedere, evitando luoghi comuni e boom di turisti (o almeno ci proviamo). Il nostro intento è quello di farvi girovagare per Firenze non come turisti, ma come viaggiatori. I bravi viaggiatori riescono a mimetizzarsi con il luogo e la gente del posto, con discrezione. 
Con i nostri consigli, magari, potete iniziare a organizzare il vostro weekend fuori porta a Firenze, possibilmente dopo la nostra apertura (vi faremo sapere la data prestissimo) così riuscite a passare da noi per un pacchero tricolore.

 

 

9h00 – COLAZIONE: svegliarsi con dolcezza

Ormai è cosa nota che la colazione s’ha da fare, possibilmente nel migliore dei modi. Il nostro posto del cuore per iniziare la giornata fuori dal circuito turistico è il nuovo Caffè Lietta, in Piazza della Libertà, gestito dalle sorelle Francesca e Lucilla con un albero genealogico decisamente memorabile: figlie di Lietta Cavalli, appunto, artista visionaria e ispiratrice di nuove tendenze, e nipoti di Roberto Cavalli. I loro cavalli (scusate il gioco di parole) di battaglia sono sicuramente la torta della nonna e il famoso “pirulo”, una pastafrolla friabile ripiena di ricotta e ingredienti stagionali.

Oltre alla colazione da Lietta troverete anche altre dolcezze, questa volta per la vostra beauty routine: date un’occhiata (e un’annusata) ai cosmetici naturali ispirati ai profumi della pasticceria. PS. la maschera al tiramisù non è commestibile (purtroppo).

 

 

9h45 – GIARDINO: come in un film  

In pochi sanno che Firenze ospita la serra più grande d’Italia. Il Tiepidarium (letteralmente, “serra riscaldata”) è una maestosa struttura realizzata da Giacomo Roster. 38,50 metri di lunghezza per 17 di larghezza, con un’altezza massima, nella navata centrale, di 14 metri. Il risultato sono più di 650 metri quadri di superficie, sovrastati da una copertura che ricorda la carena di una nave rovesciata.

La struttura è in stile Liberty costruita in ghisa, ferro e vetro, e ricorda molto la Tour Eiffel e il Crystal Palace di Londra. Oggi Ospita il Giardino dell’Orticoltura, un’esposizione di piante esotiche di ogni specie ma anche mostre, mercatini ed esposizioni.

 

 

11h – MERCATO: anche la spesa diventa “social”

Ora, fatta colazione e goduta la passeggiata nel verde, è il momento di spostarsi verso il Mercato di San Lorenzo, conosciuto come Mercato Centrale. I mercati sono un po’ lo specchio dell’anima delle città, non credete? All’interno potrete trovare tutte le specialità enogastronomiche regionali, all’esterno bancarelle che vendono un po’ di tutto a prezzi molto convenienti. Il Mercato Centrale ha addirittura un blog e una stazione radio, che tra una canzone e l’altra trasmette anche i rumori di sottofondo del Mercato: immaginate la meraviglia, tra passanti, venditori che urlano i prezzi della loro verdura e tutte le chiacchiere intorno.

Fun fact: il Mercato Centrale è stato progettato da Giuseppe Mengoni, lo stesso architetto della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. È un mondo piccolo.

 

11h45 – PAUSA CAFFÈ: energia positiva

Se la bella confusione del mercato vi ha messi a dura prova, la soluzione è proprio a due passi: Le Ménagère. Vi copiamo e incolliamo la loro descrizione, perché è bellissima così: “Lo storico spazio de La Ménagère, il primo negozio di casalinghi fiorentino nato nel 1896, rinasce oggi come concept-restaurant, un contenitore che raccoglie più anime. Abbiamo sognato un luogo non convenzionale, dove materiali industriali, oggetti di recupero o di design ed elementi creati su misura, disegnano una superficie di 1500 mq dal sapore contemporaneo. Il risultato è un luogo romantico, che vi sorprende accogliendovi mentre passeggiate per Firenze e vi invita a sedervi piuttosto che ad andare”. In più, da Le Ménagère troverte tantissime miscele di caffè provenienti direttamente da micro-piantagioni sostenibili. Una chicca da non perdere.

 

12h00 –  CENTRO: all’ombra della Basilica di Santa Maria Novella

Dietro un portone all’ombra della famosissima basilica di Santa Maria Novella, che merita sicuramente una visita, si nasconde l’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, una delle più antiche farmacie del mondo. Proprio qui sono stati inventati l’Acqua di Rose e l’Alchermes (quel liquore rossiccio che viene aggiunto alla zuppa inglese, per capirci). Oltre alla Sala vendita, potrete visitare anche l’Antica Spezieria, la Sagrestia, il Museo (la visita guidata è gratuita) e la deliziosa Tisaneria.

 

13h30 –  PRANZO: l’arte del carboidrato da miscusi

Diamo per scontato che, per la vostra giornata a Firenze, aspetterete l’inaugurazione del nostro ristorante. Quindi, dopo tanta bellezza, non possiamo che consigliarvi di fare un salto da noi per un piatto di pasta. Non servirà fare tanta strada. Basterà attraversare l’Arno e arrivare in Piazza del Carmine, nel quartiere d’Oltrarno, dove è ancora possibile respirare un’atmosfera rionale, insieme al profumino di pomodoro e basilico ovviamente.

Se siete degli eterni indecisi, vi lasciamo qua il nostro menù. Se però volete scoprire i fuori menù dovrete passare a trovarci e chiedere ai nostri ragazzi o leggere sulle lavagne che troverete in giro per casa.

 

14h30 – SHOPPING INUSUALE: l’artigianato di San Frediano

Una volta placata la fame, l’ideale è una passeggiatina tra le botteghe degli artigiani del quartiere San Frediano, addirittura considerato il quartiere più “cool” del mondo da Lonely Planet. Passeggiate e perdetevi, ma noi qualche gemma nascosta ve la vogliamo consigliare:

Il Cortile- concept store al femminile: abiti, intimo, costumi, scarpe e accessori fuori dal comune, pensati per coccolare e valorizzare l’universo femminile. Qui troverete marchi di nicchia, pezzi di stilisti emergenti e un delizioso cortile interno.

Manufacta- pezzi artigianali scelti: “Manufacta è un laboratorio-negozio di Firenze, nato dall’esigenza di avere uno spazio dove poter lavorare e proporre le mie opere e quelle di altri artigiani o artisti. Nel nostro negozio potete trovare: abiti, accessori, ceramiche, gioielli, arredi e molto altro. Il nostro obbiettivo è di proporre una visione artistica basata sul lavoro manuale, l’utilizzo di materiali riciclati e la valorizzazione del tempo necessario per esprimersi, con l’aspirazione ad arrivare a  toccare corde individuali”. Se le parole di Sara Ricci, artista proprietaria di Manufacta, hanno emozionato anche voi, fate un salto in negozio: unicità è garantita.

Dolce Emporio- il più antico negozio di caramelle di Firenze: le pareti di questo negozio di dolciumi respirano zucchero da quattro secoli. Sapete quanto ci piacciano le tradizione di famiglia, i gesti delle nonne e le ricette antiche. Ecco, non per altro ci siamo innamorati di questo posto. Non lasciatevi scappare i Biscotti delle Nonne di San Frediano. I nostri preferiti sono quelli con olio evo toscano, vin santo, uvetta e pinoli, ma anche quelli al cioccolato non scherzano.
 

Wood&cut-handmade wood design in Oltrarno: Jane, restauratrice di origine inglese, e Giuditta, visual designer, progettano e creano oggetti, dagli anelli ai porta tablet, utilizzando unicamente il legno.

 

 

16h00 – PASSEGGIATA SUL LUNGARNO:  merenda con vista

È risaputo che lo shopping faccia venire fame ed è quasi l’ora della merenda. Ecco la soluzione: passeggiata per il Lungarno con pit stop alla gelateria artigianale La Strega Nocciola, proprio vicino a Ponte Vecchio. Sicuramente un bel posto per mangiare un ottimo gelato in un’ottima location.

 

17h30 – RELAX: giardino segreto nel cuore di Firenze

Lo ammettiamo, la tentazione di consigliarvi il Giardino di Boboli è tanta. Ma vi abbiamo promesso niente turisti e così viriamo su villa e giardino Bardini, che potrete raggiungere direttamente a piedi dal Lungarno. La villa-museo è immersa in ben quattro ettari di bosco, giardini e frutteti ed è affiancata dalle mura medievali della città. Qua si trova la pergola di glicine più famosa di Firenze. Le sue foto spopolano su Instagram, quasi più della Venere di Botticelli alla Galleria degli Uffizi.

 

19h00 – PIAZZALE MICHELANGELO: Firenze vista dall’alto

Quando Pieraccioni diceva «Firenze l'è piccina... e vista dal piazzale, la pare una bambina, vestita a carnevale» si riferiva proprio a Piazzale Michelangelo.  La vista mozzafiato sullo skyline rinascimentale di Firenze è assicurata. Da qui potrete ammirare tutti i monumenti più famosi: il Ponte Vecchio, il Duomo, il Bargello e ,in lontananza, anche le colline di Fiesole e Settignano. Al centro della Piazza c’è la statua del David. Anche questa è una copia (proprio come quella in Piazza della Signoria) in bronzo. Se siete curiosi di vedere l’originale, lo trovate alla Galleria dell’Accademia.

 

20h30 – ARTE E SPETTACOLO: condivisione e cultura in uno spazio suggestivo

La giornata è quasi terminata e di certo non vi indicheremo una delle solite “trappole per turisti”. A pochi passi dal Mercato di Sant’Ambrogio sorge il locale Le Murate che, oltre a fantastici aperitivi, propone musica dal vivo , esposizioni d’arte e proiezioni cinematografiche. Le Murate nascono come un monastero per monache di clausura, dette appunto murate. Dopo aver ospitato il carcere maschile di Firenze per circa 100 anni, l’area è stata del tutto abbandonata. Nel 2007 l’UNESCO ha commissionato a Renzo Piano il recupero dello spazio, che è così diventato un luogo di incontro per tutti i giovani fiorentini. L’atmosfera è veramente suggestiva e ancora oggi dalla Piazza si può accedere ad alcuni corridoi della prigione.

 

A questo punto vi lasciamo liberi di divertirvi e godervi la vostra serata.

Noi lavoriamo impazienti alla nostra inaugurazione fiorentina e, appena avremo una data, ve la comunicheremo immediatamente!

Non vediamo l’ora di fare un po’ di feste in città tutti insieme.

 

A presto,

La miscusi family

 

 

COMPAGNI DI VIAGGIO A FIRENZE: una canzone, un libro e un film

Canzone: Lei, lui, Firenze di Brunori Sas
Libro: Le ragazze di San Frediano di Vasco Pratolini
Film: Amici Miei di Mario Monicelli